Filippine: la Borsa e il trading delle criptovalute come Bitcoin

Trading bitcoin filippine, Comprare Bitcoin nelle Filippine

Contenuto

    trading bitcoin filippine

    Come conseguenza del glitch, un numero non meglio precisato di clienti sarebbe riuscito a comprare migliaia di BTC con un notevole sconto. Il guasto tecnico ha portato ad una chiusura di 36 ore.

    trading bitcoin filippine

    Diversi utenti continuano a segnalare di non riuscire ad accedere ai loro conti: "Sono sette giorni che non riesco a fare il login. Questa è una copertura per qualche operazione losca. Molti utenti hanno detto che durante il downtime le transazioni sono state annullate da PDAX.

    They're trying to cover up something fishy here. I also heard from many of the users that their transactions was reversed by pdax during the downtime.

    trading bitcoin filippine

    They're obviously lying because many still couldn't access their accounts. Dopo quasi 24 ore, mi hanno inviato una mail e un SMS, chiedendomi di trasferire di nuovo a loro i BTC, che sono stati acquistati a pieno titolo senza violare alcuna legge o regolamento della piattaforma di trading.

    Sostengono che 'potrebbero' intraprendere azioni legali contro di me.

    trading bitcoin filippine

    Secondo Gaba, questo ha portato ad un effetto a cascata che ha fatto crollare il prezzo di Bitcoin sulla piattaforma: "È comprensibile che molti utenti si sentiranno sconvolti dal fatto che sono stati in grado di acquistare quello che trading bitcoin filippine fosse un ordine per Bitcoin a prezzi molto bassi.

    Ma sfortunatamente, i Bitcoin sottostanti non sono mai stati in possesso dell'exchange, quindi non c'è mai stato nulla da comprare o vendere, in realtà.

    E di gran lunga superiore a Coinbase domiciliato sempre negli Stati Uniti. Oggi la società è costituita nelle Isole Cayman e ha un ufficio a Singapore ma riferisce di non avere una sede ufficiale. In un caso, a febbraio, due uomini della Florida sono stati arrestati. Tre funzionari della società si sono dichiarati non colpevoli e un quarto è ancora in libertà.

    La chiusura della piattaforma del 16 febbraio si è verificata durante un momento cruciale nella storia di Bitcoin, ovvero quando il suo prezzo è salito sopra i